Cultura

Massimo Coglitore, regista

Un ascensore può riservare molte sorprese. Il nostro c’è ne porta una molto gradita, il regista Massimo Coglitore.

Massimo Coglitore, classe 1970, già autore di cortometraggi di genere, nel 1998 Coglitore gira “Uomo di carta”, primo corto in 35mm; successivamente, nel 2002 produce, scrive e dirige “Deadline”, nuovo corto in 35mm, in concorso in 143 festival nazionali e internazionali, e vincitore di 64 premi. Sua la regia di diversi documentari, videoclip, spot commerciali e sociali. Nel 2007 gira il film tv “Noi Due” per Rai Fiction e nel 2008 scrive la sceneggiatura di un nuovo film tv. Come opera prima realizza “The Elevator”, prodotto dalla Lupin Film di Riccardo Neri ed ha in cantiere un nuovo film dal titolo “The Straight Path”.

The Elevator”  scritto da Riccardo Irrera e Mauro Graiani, di recente tra gli sceneggiatori di “Copperman” – è la storia di Jack Tramell, impersonato da James Parks,(in passato diretto  anche da Quentin Tarantino) un presentatore che conduce un popolarissimo quiz televisivo negli Stati Uniti. La sera del Labour Day, lungo weekend in cui la città si svuota, Jack viene bloccato in ascensore dalla misteriosa Katherine, sullo schermo Caroline Goodall , che inizia un suo sadico quiz. Di quali colpe è accusato Jack? Lo scopriremo lentamente in una battaglia che dovrà affrontare con la donna, che invoca vendetta. Un thriller psicologico claustrofobico ben fatto, girato in lingua inglese e ispirato a una storia vera, ambientato a New York, ma realizzato quasi interamente negli studi di Cinecittà. Nel cast Burt Young (George) e la giovane attrice, Katia Greco.
La produzione è di Riccardo Neri per Lupin Film ed è distribuito da Europictures.  Una produzione ideale per il mercato internazionale.

James Parks, Caroline Goodall, premiata per l’occasione come migliore attrice alla XIV edizione del Rome Independent Film Festival, e Burt Young sono interpreti stupefacenti.

La direzione del doppiaggio è di Mario Cordova e non sono da meno le voci italiane: Katherine parla con la voce di Emanuela Rossi, Jack con quella di Adriano Giannini e George con quella di Giorgio Lopez.

The Elevator” è approdato nelle sale italiane dal 20 giugno 2019.

Il thriller racconta, in 89 minuti , le inquietudini dei due personaggi, alle prese con i propri segreti, in uno spazio chiuso. Un thriller senza violenza esplicita, niente horror o splatter per terrorizzare gli spettatori.   Il set principale è l’ascensore di un building newyorkese, nel quale nasce un gioco di calma ma intensa rivelazione delle giustificazioni e delle riflessioni di Katherine e Jack, alle prese con una specie di quiz da cui dipende la vita e la morte. L’ascensore come un luogo di condanna dei propri crimini. Jack e Katherine, si respirerà un atmosfera surreale, alla fine nessun vincitore.